Precedente Valle del Nilo Successiva
Tempio di Hatsepshut
Presso la località di Deir el Bahari si trova uno dei templi più originali di tutta l’arte egiziana: il Tempio dedicato alla regina Hatsepshut. Il tempio si trova immerso in una splendida coreografia naturale, con le montagne a picco che accerchiano la costruzione, a formare una conca suggestiva. Purtroppo, proprio a causa della particolare conformazione fisica del territorio, che non lascia vie di fuga a chi si trova all'interno della conca, questo sito è stato oggetto di un sanguinoso attentato terroristico alcuni anni orsono nei confronti dei turisti.

Hatsepshut, bella e intraprendente figlia di Tutmosi I, dopo aver sposato Tutmosi II e il suo figliastro Tutmosi III, ne usurpò il trono assurgendo ai più alti ranghi della gerarchia egizia fino a venir considerata un vero e proprio faraone. L'architetto Senmut, che ne era anche l'amante, ne celebrò la bellezza e la potenza in un edificio dalla struttura inconsueta e scenografica: tre lunghe terrazze ritmate da portici si elevano come maestosi gradini fino ad incontrare i fianchi della montagna. La dea Hathor, sotto le spoglie della sacra mucca, è rappresentata in molti fregi. Particolarmente suggestivo è il soffitto della cappella (vedi le due foto sottostanti), all'estremità sud occidentale delle terrazze, stellato e blu come il cielo di qualsiasi notte egiziana, con tocchi di un giallo brillante come i raggi del sole.
Gli strabilianti colori delle pitture murarie conservatisi nel corso dei millenni



Inizio pagina