Andalusia Successiva
Granada - le processioni
La Settimana Santa granadina Ŕ una delle tradizioni pi¨ radicate nella cittÓ ed Ŕ quella che conta su un maggior numero di visitatori. Trentadue confraternite realizzano la loro uscita processionale dalla domenica delle Palme alla domenica di Resurrezione. La loro grande caratteristica Ŕ la valenza artistica ed iconografica delle Statue che escono in Processione, con immagini di Pablo de Rojas, JosÚ de Mora, Risue˝o o Torcuato Ruiz del Peral
Nel Campo del Principe (foto) i fedeli chiedono le grazie e pregano per il Cristo de los Favores. Inoltre la Settimana Santa di Granada ha una celebrazione unica: la preghiera alle tre del pomeriggio del Venerdý Santo, la 'Hora Nona', nel 'Campo del PrÝncipe', dove si ricorda la morte di Cristo davanti alla Statua di pietra del 'Cristo de los Favores'. Migliaia di persone accorrono in questo luogo, richiamate dalla tradizione, per pregare i tre Credo accompagnati da tre desideri o richieste.
Un altro simbolo di identitÓ della Settimana Santa granadina sono gli scenari nei quali si svolge. La Cattedrale, un gioiello dell'architettura rinascimentale di Diego di SiloÚ, Ŕ il cuore della religiositÓ. Per˛ durante le processioni si possono vedere e percorrere paesaggi che ne apportano un grande valore estetico: l'AlbaicÝn, il Paseo de los Tristes, la Carrera del Darro fino all' Alhambra. Le processioni dei Gitani sono conosciute a livello internazionale, con la partenza delle Statue dal Sacromonte, tra preghiere e fuochi; la statua del Silenzio, nella quale si spegne l'illuminazione pubblica delle strade per le quali passa; e quella dell'Alhambra, con il suo percorso per il monumento nazarÝ e il passo attraverso la 'Puerta de la Justicia'.
Nella foto: Confraternita del Signore dell'UmiltÓ, Nostra Signora di Soledad e il Santo Nome di Ges¨.(SOLEDAD)
Anche i bambini fin da piccoli sono coinvolti nelle processioni
Ogni confraternita ha colori caratteristici di mantello e cappuccio
I bambini assistono incuriositi



Inizio pagina